Questo sito utilizza cookie di Google per generare rapporti sulla visualizzazione delle pagine del sito web.
Per saperne di più sull'utilizzo dei cookie fare clic qui.
Facendo clic su "Acconsento", scorrendo la pagina o facendo clic su qualsiasi suo elemento, viene autorizzato l'uso dei cookie.
Acconsento
INFORMATIVA ESTESA SUI COOKIE (3 giugno 2015)

Premessa: che cosa sono i cookie e a che cosa servono
Un "cookie" è un file di testo che il sito web visitato invia al dispositivo dell'utente (computer, smartphone o tablet).
Ha lo scopo di riconoscere il dispositivo visitante fornendo all'utente vari servizi (ad esempio le preferenze di navigazione o l'accesso ad aree riservate) o di fornirgli informazioni personalizzate in funzione delle pagine visitate.

Tramite il sito PRB viene installato il normale cookie di Google Inc. per la misurazione delle visite e la generazione dei report (Google Analytics).

I cookie possono essere eliminati dal dispositivo seguendo le funzioni standard del browser in uso.


Leggi l'informativa sulla privacy di Google Analytics

PROGRESSIVE REDESIGN BENEFIT



BCC Inzago

2005 - 2012


Il 26 e il 27 ottobre 2013 sono date da ricordare per BCC Inzago e BCC Carugate: le Assemblee Straordinarie dei Soci deliberano in quelle date il progetto di fusione, con le modifiche statutarie, segnando la nascita ufficiale di un nuovo soggetto bancario, BCC Carugate e Inzago. Importante la crescita del patrimonio netto, che alla fine del 2013 si è attestato oltre i 220 milioni di euro, e consentirà alla Banca di affrontare da posizioni solide il nuovo mercato, posizionandola tra le prime BCC lombarde. Oggi BCC Carugate e Inzago si colloca tra le prime BCC lombarde con un montante di più di 3 miliardi euro e un totale attivo di oltre 2 miliardi. Composta da 12.056 soci con un capitale sociale di 43,34 milioni di euro, la Banca opera con 321 dipendenti, 41 sportelli in 113 comuni di ben 7 province lombarde, una presenza forte e stabile del Credito Cooperativo, in grado di rendere più efficace, moderno e capillare il servizio alle comunità del territorio, contando oggi oltre 55 mila clienti. La mission aziendale si concretizza in numerose attività a supporto di enti e associazioni attive nei campi dell’istruzione, della famiglia, della cultura, dello sport e del sociale.

PROBLEMA


La BCC di Inzago mirava a:

  • Ottenere migliore efficienza nei processi produttivi
  • Automatizzare le attività ripetitive
  • Recuperare il tempo operativo da destinare ad attività a valore aggiunto
  • Risparmiare carta, attrezzature e materiali
  • Aumentare il presidio dei rischi e la sicurezza delle informazioni


SOLUZIONE


2005
BCC Inzago avvia il progetto di digitalizzazione dei documenti e dei lor flussi interni basato sulla Tecnologia GDD. Si ottiene velocità e snellimento dell’operatività grazie a:

  • Tecnologia GDD
  • Centralina Open Channel
  • Centralina Maxfile
  • Alcune personalizzazioni realizzate “ad hoc”, come l’importazione massiva degli assegni

2008
Attivata la Tecnologia GDP - Gestione Digitale Pratiche per la gestione del processo delle pratiche di fido, ottenendo un netto miglioramento operativo: azzeramento delle code di pratiche in ritardo di evasione.

2010
Visti i favorevoli risultati raggiunti, nel 2010 la banca decide di adottare la Tecnologia DataPicker, con l’obiettivo di:

  • Aumentare notevolmente l’efficienza interna della banca
  • Portare un significativo miglioramento dei processi interni e dell’organizzazione generale

Effettuati i seguenti interventi:

  • Digitalizzazione dell’intero archivio fidi e mutui della banca
  • Digitalizzazione dell’intero processo di lavorazione delle pratiche di affido, con presidio puntuale dei tempi di lavorazione in tutte le fasi di lavoro
  • Digitalizzazione del processo di gestione della corrispondenza in ingresso e in uscita
  • Gestione degli adempimenti societari (riunioni del CdA e CE)
  • Automazione delle attività di controllo crediti
  • Automazione del processo di gestione dei Soci
  • Gestione delle attività di organizzazione e ICT (help-desk interno, abilitazioni utente, controlli periodici


VANTAGGI


Gestione del credito:

  • Recupero di 2 FTE nell’area Crediti di direzione, su 10 FTE iniziali
  • Maggiore sicurezza delle informazioni
  • Controlli di linea automatici

Archivio fidi e mutui:

  • Smantellamento dell’armadio rotante in una delle ali storiche della villa dove ha sede la banca, con ristrutturazione dei relativi locali

Controllo crediti: recupero di 0,5 FTE su 2,5 FTE iniziali dell’Unità Organizzativa